Modena Nord - Ferrara Sud

Non proprio una gita, ma un suggerimento su come saltare i cantieri della quarta corsia tra Modena e Bologna per chi proviene da Reggio Emilia ed è diretto ai lidi ferraresi o verso Padova - Rovigo.

ROADBOOK

 

In sintesi

Facile, veloce e ... rinfrescante!

Lunghezza

85 Km

Altitudini

Pianeggiante

Tempo

1h o meno

 

Avevo inizialmente scartato l'idea di descrivere questo itinerario che ho messo a punto in frequenti spostamenti per lavoro, ma stamattina, accompagnando un paio di amici che partivano per la Germania, ho notato dai cavalcavia sull'autostrada la massa di auto che lentamente proced... ehm che attendevano di poter procedere verso l'Adriatico e ho rivissuto la frustrazione che soffrivo quando mi impelagavo nei cantieri dei lavori propedeutici alla costruzione della quarta corsia tra Modena e Bologna. Tra questo fiume di metallo luccicante, tra l'altro, zigzagavano mollemente alcuni centauri che mi hanno commosso e mosso all'azione.

E allora eccomi qua, a condividere questo piccolo segreto sperando che sia sfruttato solo dai motociclisti, e non dagli automobilisti che mi renderebbero la vita impossibile quando viaggio per lavoro. Si, perché anch'io la penso come tutti: se gli altri stessero a casa, sarebbe un viaggiare fantastico! :o)

Lasciamo dunque l'autostrada del Sole, A1 Milano-Napoli a Modena Nord. Dopo il casello si arriva ad una rotonda con una via di fuga a destra; la infiliamo per non intasare inutilmente la rotonda seguendo le indicazioni per Bologna, e poi ci spostiamo sulla corsia di sinistra in modo da salire sul cavalcavia della tangenziale, sempre verso Bologna e, dopo il cavalcavia, ci immettiamo sulla tangenziale di Modena.

Il traffico in tangenziale è normalmente molto veloce, indifferente al limite di 70KMh; la cosa crea violenti rallentamenti in prossimità delle uscite le cui rampe di accesso sono spesso in salita creando non poche difficoltà di immissione ai veicoli lenti. Occhio. La nostra uscita è la n. 8, quella per il mercato del bestiame e zona industriale nord subito prima di un cavalcavia.

Allo stop giriamo a sinistra in direzione della zona industriale, passiamo sotto alla tangenziale ed arriviamo ad un primo incrocio a T. Giriamo a destra in direzione di Albareto e poi subito a destra di nuovo sempre seguendo le indicazioni per Albareto a fianco del distributore di benzina che resta alla nostra sinistra.

In fondo a questa strada, all'incrocio a T, di nuovo a sinistra per Albareto. La sensazione di sollievo che si prova è dovuta al fatto che le case lasciano via via il posto alla campagna; stiamo infatti uscendo da Modena percorrendo la strada di Albareto.

Ben asfaltata e delicatamente curvosa, la strada richiede solo un po' di attenzione perché non è larghissima; gli attraversamenti di un paio di gruppi di case e di Albareto non sono ostacolati da semafori e si procede spediti. Passato un gruppetto di case caratterizzato da una bella chicane, un breve rettilineo conduce alla fine della strada dove giriamo a destra per Bomporto.

Un altro tratto rettilineo con ponticello di rito ci deposita al semaforo che regola l'incrocio con la SP 2; giriamo a destra in direzione di Finale Emilia. Decisamente larga, poco trafficata e noiosamente rettilinea, questa provinciale invita a sciogliere le briglie della mandria; passato un secondo semaforo, continuiamo spediti in direzione di Camposanto.

Passiamo Solara finché alcune curve e case sparse annunciano il paese di Camposanto; appena passati sotto al cavalcavia sul quale transiteremo tra breve, prendiamo la seconda a sinistra e quindi la prima a sinistra e poi di nuovo a sinistra allo stop per salire sul cavalcavia appena citato. Oltrepassiamo il cavalcavia, e in fondo alla discesa prendiamo a sinistra in direzione di Galeazza - Palata Pepoli. 

Sfogatevi subito sulle prime curve, perché passate queste vi trovate su un velocissimo rettilineo di vari chilometri che sfiora Caselle, attraversa Palata Pepoli ed arriva a Galeazza dove viene interrotto da una curva in prossimità del possente torrione che svetta sopra gli alberi.

Ancora mezzo chilometro e arriviamo all'incrocio con la SP 41 che prendiamo girando a sinistra in direzione di Finale Emilia. Anche questa strada è inizialmente rettilinea, poi morbidamente curvosa attraverso Alberone fino all'ingresso di Finale Emilia, che comunque evitiamo, girando a destra allo stop sulla SS 468 in direzione di Casumaro - Ferrara.

Purtroppo adesso abbiamo a che fare con il traffico, comunque moderato, e vari attraversamenti; altrimenti questa strada sarebbe un vero divertimento. Curva dopo curva oltrepassiamo Reno Finalese e arriviamo a Casumaro che attraversiamo per poi sfogarci sul serpentone che porta al ponte sul Cavo Napoleonico. Da qui fino a Mirabello le curve aumentano il raggio, ma la strada da sempre dissestata (credo che se ne vergognerebbero anche a Baghdad) suggerisce una condotta di guida attenta.

Arrivati a Mirabello, giriamo a sinistra in direzione di Ferrara; dopo circa 500m, giriamo nuovamente a destra in direzione di Poggio Renatico, per evitare il tratto sempre molto trafficato in zona urbana che ci porterebbe a Ferrara via Vigarano Mainarda. Appena girato a destra, l'asfalto liscio consente di tenere una buona media; occhio alle curve che tendono ad essere a 90°.

Lasciata sulla sinistra la base Nato, l'asfalto diventa piuttosto malconcio; poco male: un breve tratto ci porta subito a Poggio Renatico dove dopo aver scavalcato il cavalcavia, si giunge all'eterno cantiere che ha sostituito il vecchio semaforo. Qui giriamo a sinistra per Ferrara, seguendo la strada rettilinea che porta al semaforo che regola l'innesto con la SS 64 Porrettana.

A sinistra al semaforo, in direzione di Ferrara, e dopo qualche centinaio di metri si incrocia la superstrada Ferrara - Mare, che a destra prima del cavalcavia conduce ai lidi ferraresi e a sinistra dopo il cavalcavia porta al casello di Ferrara Sud. Proseguendo diritto, invece, si entra in città.

Qui vi lascio, nutrendo la speranza che questa deviazione vi abbia consentito di arrivare a destinazione un po' meno stressati.


Prenotazione hotelHotel, bed and breakfast, apartment-venere.com
Destinazione:
Arrivo:
Partenza:
Persone: Camere:
Autore: Marco Springhetti - www.selectrom.com Data: 25 aprile 2002

Itinerari collegati

Nessun itinerario al momento

Home page